Sindrome da carenza di attenzione: come aiutare i bambini

I bambini con sindrome da deficit di attenzione, di regola, la pubblicano alla fine tutti gli affari spiacevoli e noiosi, è difficile per loro concentrarsi e controllare i loro impulsi. Come i genitori possono aiutarli?

Che distrarre e impulsività sono utili

Una delle spiegazioni più convenienti della sindrome del deficit di attenzione (SDV) è stata proposta dallo psicoterapeuta e giornalista Tom Hartmann. Si è interessato a questo argomento dopo che suo figlio è stato scoperto “disfunzione cerebrale minima”, come in quei giorni hanno chiamato SDV. Secondo la teoria di Hartmann, le persone con SDV sono “cacciatori” nel mondo degli “agricoltori”.

Quali caratteristiche dovevano avere un cacciatore di successo nei tempi antichi? In primo luogo, distratto. Se un fruscio veniva ascoltato tra i cespugli, che tutti gli altri passarono per le orecchie, lo sentì perfettamente. In secondo luogo, impulsività. Когда рздаваля шорох в ксст, пока другие то к к р

https://virtualassistantrevolution.com/perche-le-donne-amano-i-mascalzoni/

р з quello, сто лк ск п с с с с с с с с с с с с с с с с с с с с с с с “.

Quindi, quando l’umanità passò gradualmente dalla caccia e dalla raccolta all’agricoltura, altre qualità necessarie per il lavoro misurato e monotono divennero richiesti.

Il modello di “Hunter” e “Farmer” è uno dei modi migliori per spiegare la natura del CD per i bambini e i loro genitori. Ciò consente di ridurre al minimo l’enfasi sul disturbo e divulgare opportunità per lavorare con le inclinazioni del bambino al fine di rendere la sua esistenza il più possibile in questo mondo orientato agli “agricoltori” del mondo.

Allena il muscolo dell’attenzione

È molto importante insegnare ai bambini a distinguere chiaramente tra momenti in cui sono presenti nel momento presente e quando “cadono dalla realtà” e la loro presenza è solo visibile.

Per aiutare i bambini ad addestrare il “muscolo dell’attenzione”, puoi giocare un gioco chiamato “Distracting Monster”. Chiedi al bambino di concentrarsi sull’esecuzione di compiti semplici e nel frattempo cercherai di distrarlo con qualcosa.

Supponiamo che un bambino inizierà a risolvere il problema della matematica e, nel frattempo, la madre inizia a pensare ad alta voce: “Cosa cucinerei gustoso oggi …” Il bambino non dovrebbe fare del suo meglio e non alzare la testa. Se affronta questo compito, riceve un punto, in caso contrario, un punto riceve una madre.

E un tale gioco, essendo diventato più complicato nel tempo, li aiuta a imparare a concentrarsi sul completamento dell’incarico, anche quando vogliono davvero essere distratti da qualcosa.

Un altro gioco che consente ai bambini di allenare l’attenzione è di dare loro diverse squadre contemporaneamente, che devono realizzare ricordando la loro sequenza. Non puoi ripetere i comandi due volte. Ad esempio: “Torna di fronte al cortile, prendi tre lame, mettile nella mia mano sinistra e poi canta una canzone”.

Inizia con compiti semplici, quindi passa a più complicato. Alla maggior parte dei bambini piace questo gioco, e grazie ad esso capiscono cosa significa usare la propria attenzione al 100%.

Far fronte ai compiti

Spesso questo è il più difficile da studio, e non solo per i bambini con ADD. È importante che i genitori sostengano il bambino, mostrano cura e cordialità, spiegando che sono dalla sua parte. Puoi insegnare a “suscitare” il cervello prima di iniziare le lezioni con la luce toccando con le dita su tutta la testa o un massaggio morbido di gusci per le orecchie – questo aiuta i bambini a focalizzare l’attenzione con la stimolazione dei punti di agopuntura.

L’assistenza nell’esecuzione del lavoro, a cui il bambino non vuole iniziare, può fornire una regola di dieci minuti. Dici al bambino che il compito che in particolare non vuole completare, può fare solo 10 minuti, anche se in realtà ci vuole molto più tempo. Dopo 10 minuti, il bambino si sta già decidendo se continuerà a impegnarsi o fermarsi al raggiunto.

Un’altra idea è quella di chiedere al bambino di completare una piccola parte dell’incarico, quindi saltare 10 volte o andare avanti e indietro in casa e solo dopo continuano le lezioni. Tale pausa contribuirà a risvegliare la corteccia prefrontale del cervello e attivare il lavoro del sistema nervoso centrale. Grazie a questo, il bambino inizierà a mostrare più attenzione a ciò che fa e non perceperà più il suo lavoro come un duro lavoro.

Vogliamo che il bambino sia in grado di vedere la luce alla fine del tunnel, e questo può essere ottenuto dividendo grandi compiti in piccoli e fattibili pezzi per lui. Avendo padroneggiato strategie che consentono di facilitare la vita di un “cacciatore” nel mondo degli “agricoltori”, iniziamo a capire di più come funziona il cervello di un bambino con SDV e percepiamo volentieri il loro dono e il loro contributo unici alla nostra vita E al nostro mondo.

اترك تعليقاً

لن يتم نشر عنوان بريدك الإلكتروني. الحقول الإلزامية مشار إليها بـ *

Scroll to Top